Guida alla sicurezza auto

Imbocca la strada della sicurezza con Cam.

Portarci a spasso sulla brum brum può essere molto divertente per noi bambini, ma anche una vera tragedia per le mamme e i papà! Perché noi vogliamo salutare gli uccellini, contare gli alberi e fare la nanna comodi come tra le braccia della mamma. Quello che non sappiamo però, è che l’importante è che ogni piccolo o grande viaggio sia sempre sicuro.

Cosa succede a spasso?

5/14
4/8
77%
40%
70%
100
10.000
66%
15%
(Fonti: Istat e European Health Organization)
  1. Utilizza sempre un seggiolino auto omologato e adatto alla morfologia e al peso del bambino.
  2. Installa il seggiolino in auto seguendo le indicazioni di fissaggio del libretto d’istruzioni.
  3. Prima dell’installazione verifica su quale sedile (anteriore, posteriore laterale, posteriore centrale) può essere agganciato il seggiolino. Non installare mai il seggiolino su un sedile in posizione vietata.
  4. Prima di far sedere il bambino controlla sempre la corretta installazione del seggiolino.
  5. Allaccia sempre le cinture di sicurezza del seggiolino, anche per brevi tragitti.
  6. Dai per prima il buon esempio utilizzando tu stessa i sistemi di ritenuta, anche per brevi tragitti.
  7. Se possibile installa sempre il seggiolino auto sui sedili posteriori dell’automobile per una maggiore sicurezza del bambino in caso di incidente.
  8. Non installare mai il seggiolino sul sedile anteriore di un’autovettura dotata di airbag senza averlo prima disattivato.
  9. Ricordati che tenere il bambino in braccio, soprattutto se sei seduta nel sedile anteriore, significa esporlo ad un gravissimo rischio.
  10. Se durante un lungo viaggio il bambino manifesta segni di insofferenza fermati per farlo rilassare in braccio o con una passeggiata.
  11. Sostituisci il seggiolino dopo un incidente automobilistico anche lieve perché la parte interna della scocca potrebbe risultare compromessa e quindi non più sicura.
  1. Qual è la posizione più sicura per installare il seggiolino auto?
    Posto che il seggiolino deve essere fissato correttamente sia al veicolo sia al bambino, la zona più sicura è il sedile centrale posteriore poiché è il più protetto in caso di urto sia frontale che laterale.
  2. Quali rischi può correre un bambino in auto?
    Va ricordato che la struttura fisica dei bambini è molto più delicata rispetto agli adulti e dunque più esposta ai traumi. Un bambino che viaggia in auto senza seggiolino oppure su un seggiolino non omologato, non adatto o non installato correttamente, rischia gravi danni (urti violenti contro cruscotto, parabrezza o sedili anteriori) anche in caso d’incidente lieve o di brusca frenata.
  3. È possibile quantificare il rischio in caso di incidente?
    Negli incidenti stradali entrano in gioco forze enormi, dato che l’energia cinetica dei passeggeri dipende dalla massa del corpo moltiplicata per il quadrato della velocità. Basti pensare che in caso di urto a 40 km/h i 16 kg di un bambino diventano 1.000 se non trattenuti adeguatamente e un urto a soli 50 km/h equivale a una caduta dal terzo piano di un edificio.
  4. Esiste una normativa per regolamentare il trasporto dei bambini in auto?
    In Italia il trasporto dei bambini in auto è regolamentato dal Codice della strada (art. 172) che prevede che i passeggeri di età inferiore ai 12 anni e di altezza inferiore ai 1,50 m siano agganciati ad un sistema di ritenuta omologato, conforme al peso e alla statura del bambino. E dalla Normativa Europea (ECE R44/04) che prevede 5 gruppi di sistemi di ritenuta considerati idonei: gruppo 0, gruppo 0+, gruppo 1, gruppo 2, gruppo 3.
  5. A quali sanzioni vado incontro se non rispetto la legge?
    Il mancato uso dei dispositivi obbligatori di ritenuta dei bambini comporta per il conducente del veicolo una multa da 80 a 323 euro e la perdita di 5 punti della patente. Se sul veicolo è presente, senza guidare, anche uno dei genitori del bambino, la multa viene data a costui anziché al conducente del veicolo. Ricordiamoci però che in caso di incidente la sanzione peggiore è il rimorso.

Come scegliere

La sicurezza e’ sempre la scelta giusta.

Quando si tratta di scegliere qualcosa vado sempre nel pallone, che sia la pappa al ristorante, un nuovo gioco, o il seggiolino per mia la brum brum. Perché bisogna controllare un sacco di cose, come l’etichetta di omologazione ad esempio. Chissà perché invece le mamme e i papà sanno sempre cosa è meglio per noi. Una cosa è certa: a scegliere la sicurezza non si sbaglia mai.

Gioca al "Bimbosicuro" quiz!

Inserisci i tuoi parametri e scopri qual è il seggiolino più adatto al tuo bambino.
La tua auto è dotata di attacchi isofix?
Preferisci un seggiolino specifico per ogni fase della crescita?
Il tuo bambino usa già la cintura di sicurezza dell'auto?

Il primo passo verso la strada della sicurezza è quello di scegliere correttamente il seggiolino auto seguendo la normativa europea che raccomanda di considerare non tanto l’età, quanto il peso del bambino. Ma non solo. È bene considerare anche la morfologia del bambino perché solo un seggiolino perfettamente idoneo e scelto correttamente garantisce il massimo livello di protezione.

Gruppo 0 Da 0 Kg a 10 Kg Dalla nascita a 9 mesi c.a.
Gruppo 0+ Da 0 Kg a 13 Kg Dalla nascita a 12/14 mesi c.a.
Gruppo 1 Da 9 Kg a 18 Kg Da 9 mesi a 4 anni c.a.
Gruppo 2 Da 15 Kg a 25 Kg Da 3 anni a 6 anni c.a.
Gruppo 3 Da 22 Kg a 36 Kg Da 5 anni a 12 anni c.a.

Scegliere il seggiolino più adatto in ogni momento della crescita del bambino, non è facile. Per questo è importantissimo comprendere le etichette di classificazione facendo attenzione a tutti i dettagli identificativi.

come-leggere-la-etichetta

  1. Quando si dovrebbe cambiare un seggiolino auto?
    È corretto passare da un gruppo 0+ a un gruppo 1 quando il bambino è in grado di stare seduto da solo, supera il limite di peso consentito, o se la sua altezza inizia a superare quella del poggiatesta.
    È corretto passare da un gruppo 1 a un gruppo 2-3 quando il bambino supera il limite di peso consentito, o quando l’altezza degli occhi supera il punto più alto seggiolino.
  2. Possono i seggiolini coprire più di un gruppo?
    Sul mercato esistono i cosiddetti seggiolini multi gruppo, ovvero capaci di coprire diverse fasce di peso ed età. Sono omologati per più gruppi e hanno il vantaggio di essere regolabili e di seguire la crescita del bambino.
  3. Perché è meglio acquistare un seggiolino auto specifico per ciascun gruppo?
    I seggiolini auto specifici di un gruppo sono considerati ideali perché ottimizzano le performance in base al peso e all’età del bambino essendo meglio compatibili con la sua morfologia. In più i gruppi dedicati offrono comfort e praticità sicuramente maggiori, come la multifunzionalità del gruppo 0+ o lo schienale reclinabile del gruppo 1.

Sistema Isofix

In macchina meglio andare sul sicuro.

Ogni volta che dobbiamo metterci in viaggio siamo tutti un po’ preoccupati: io di non riuscire a fare la nanna, il papà di non trovare la strada, e la mamma di non avermi messo correttamente al sicuro. Per fortuna che adesso hanno inventato un sistema super innovativo per agganciare il seggiolino direttamente alla brum brum: si chiama Isofix e ci fa stare tutti tranquilli.

Cos’e il sistema Isofix?

Cos’e il sistema Isofix?

Il Sistema Isofix è il più innovativo sistema di aggancio che permette di fissare il seggiolino direttamente alla scocca dell’automobile attraverso l’aggancio di due connettori posteriori, senza dover utilizzare le cinture di sicurezza.

Garantisce il massimo livello di sicurezza in caso di incidente, grazie anche al terzo punto di ancoraggio “top tether” sul retro dello schienale che impedisce qualsiasi movimento rotatorio del seggiolino. In più è facile e veloce da installare assicurando sempre il corretto aggancio e minimizzando il rischio di errori di montaggio.

Quando si acquista un seggiolino è importante fare attenzione alla compatibilità con la propria vettura. Esistono infatti diverse tipologie di Isofix:

  • Specifico: sistema costruito su specifica richiesta delle case automobilistiche e compatibile solo ed esclusivamente sul modello d’auto per cui è stato commissionato (o su modelli affini della stessa casa);
  • Semiuniversale: sistema dotato di due attacchi standard posti alla base del seggiolino e di una stampella frontale. È compatibile solo su alcuni modelli di automobili;
  • Universale: sistema dotato di due attacchi standard posti alla base del seggiolino e di una terzo punto di ancoraggio (top tether) posizionato sul retro dello schienale. È compatibile con la maggioranza dei veicoli in circolazione dotati di Sistema Isofix Universale.

L’aggancio del top tether varia a seconda dell’automobile: consulta il tuo manuale di istruzioni per verificare se il punto di ancoraggio si trova sulla cappelliera, nel bagagliaio, o dietro al sedile.

top tether

Il sistema isofix universale viene predisposto, in modalità optional o di serie, già dal 2006 su tutte le auto di nuova omologazione, mentre a partire dal 2011 viene predisposto obbligatoriamente su tutti i nuovi modelli. In questo modo tutti i nuovi modelli di auto a partire dal 2011 sono predisposti per ricevere l’installazione di qualsiasi seggiolino auto per bambini dotato di attacchi isofix universali.

Seggiolini auto

Un seggiolino per ogni età.

Crescere mi piace un sacco anche se a volte è davvero complicato perché funziona tutto al contrario. Infatti più io divento grande, più le cose diventano piccole: il mio orsacchiotto per la nanna, le mie scarpette preferite, e anche il seggiolino per i viaggi in brum brum! Meno male che alla Cam ne troviamo sempre uno giusto per me. E se diventassi un gigante?

Vetrina gamma auto:

Una gamma completa che accompagna il bambino dalla nascita fino all’età prevista dalla legge attraverso seggiolino di gruppi specifici o trasversali a più gruppi.

Prima di acquistare qualsiasi seggiolino è bene assicurarsi che:

  • il seggiolino è adatto al peso del bambino
  • la morfologia del bambino è stata presa in considerazione, se necessario provando il seggiolino
  • il seggiolino è omologato secondo la normativa europea in vigore
  • il seggiolino è adatto alla tua automobile
  • il bambino può essere assicurato nel seggiolino in modo facile e veloce

Il trasporto dei bambini in auto è regolamentato dalla normativa europea ECE R 44/04, la quale indica 5 gruppi di sistemi di ritenuta considerati idonei a seconda del peso. La normativa impone l’obbligo di utilizzare i dispositivi di ritenuta dalla nascita fino al raggiungimento dei 36 Kg di peso. Specifica inoltre che i bambini fino ai 9 Kg devono essere trasportati in senso contrario alla marcia dell’auto e sul sedile posteriore o anteriore con airbag disattivato.

È bene però utilizzare questa posizione il più a lungo possibile (anche oltre i 10 kg e fino a quando il peso e la struttura del bambino lo consentono) in quanto si tratta della posizione più sicura in caso di incidenti perché in grado di rispondere meglio agli impatti frontali e laterali. Infine si raccomanda sempre di seguire con attenzione le indicazioni dichiarate dal costruttore nel manuale di istruzioni in fase di installazione e di utilizzo del seggiolino.

Crash test

La certezza di viaggiare sicuri.

Mi sono sempre chiesto come fa la mamma a sapere che dentro al mio seggiolino sono davvero al sicuro. Forse perché l’ha scelto papà. O forse perché si fida di Cam, che testa i suoi seggiolini nei migliori laboratori europei. Io invece finchè non vedo non ci credo. Per questo hanno inventato i crash test, per far stare tranquilli anche i più fifoni come me.

Vetrina crash test:

Tutte, ma proprio tutte le prove d’impatto, che testano l’affidabilità e la sicurezza dei seggiolini auto Cam nei migliori laboratori europei. Guardare per credere.

timthumb gara timthumb regolo-isofix regolo timthumb le mans

Un crash test o prova d’impatto è un collaudo eseguito per verificare la sicurezza dei seggiolini auto e dei loro componenti, ma soprattutto per verificarne la conformità rispetto alle legislazioni vigenti.

È solitamente commissionato dalle aziende produttrici ed effettuato da enti nazionali o internazionali che si occupano di testare i seggiolini in commercio secondo standard scientifici, imparziali e sicuri.

Alcune società o associazioni per la definizione dei rating, alla fine ogni crash test, attribuiscono al seggiolino testato un punteggio che solitamente è espresso in “stelline”, da 1 a 5, e che attesta la qualità del prodotto.

Tutti i seggiolini auto Cam hanno superato con successo i test di omologazione del CSI, il Centro di Certificazione e Analisi Comportamentale Italiano, uno dei più riconosciuti enti a livello europeo e internazionale nell’ambito della Certificazione e Qualificazione dei prodotti. I test dinamici hanno simulato l’impatto frontale e posteriore ad una velocità rispettivamente di 50 km/h e 30 Km/h, come richiesto dalla normativa di riferimento ECE R 44/04, oltre ad un test di capovolgimento.

Servizio manutenzione

Il servizio fai da te.

Oggi ho scoperto che anche i seggiolini di tanto in tanto hanno bisogno della revisione, proprio come le brum brum. Il papà dice che è compito nostro tenerli puliti e controllare che sia tutto al posto giusto. Così oggi ci siamo trasformati in meccanici e abbiamo fatto il nostro primo servizio manutenzione: è stato divertente e adesso siamo pronti a partire per il prossimo viaggetto!

Regole di utilizzo e mantenimento.

  1. Pulire regolarmente le parti in plastica con un panno umido. Non utilizzare solventi o derivati;
  2. Pulire di tanto in tanto le parti di scorrimento e movimento con un panno umido e lubrificare con silicone spray;
  3. Conservare il prodotto in un luogo asciutto. Non esporre l’articolo all’azione di agenti atmosferici quali acqua, pioggia, neve, umidità o sole forte;
  4. Non posizionare l’articolo in prossimità di un fuoco o di un’altra fonte di calore intenso (camino, riscaldamento elettrico o a gas) per evitare pericoli di incendio;
  1. Nel caso in cui le parti metalliche dovessero bagnarsi, asciugarle con un panno morbido per prevenire la ruggine;
  2. Controllare periodicamente il corretto funzionamento dei meccanismi di chiusura e regolazione altezza, e che non vi siano parti danneggiate o usurate (es. viti allentate);
  3. Sostituire immediatamente eventuali parti danneggiate;
  4. Non utilizzare mai parti di ricambio diverse da quelle approvate dal produttore o dal distributore.

FAQ sicurezza

Mille domande, una sola risposta: sicurezza.

Quando si parla di sicurezza le mamme e i papà non ne hanno mai abbastanza. Vogliono sempre sapere di tutto e di più e fanno le domande più curiose. Per fortuna che Cam è sempre pronta e disponibile a dare tutte le informazioni e i consigli di cui hanno bisogno. Così nessuno si preoccupa e anche io posso dormire sonni tranquilli!

La normativa europea raccomanda di considerare non tanto l’età, quanto il peso del bambino. Ma non solo. È bene considerare anche la morfologia del bambino perché solo un seggiolino perfettamente idoneo e scelto correttamente garantisce il massimo livello di protezione. Per maggiori informazioni consulta la tabella con i gruppi di massa all’interno della sezione “Come Scegliere” del sito Cam.

È corretto passare da un gruppo 0+ a un gruppo 1 quando il bambino è in grado di stare seduto da solo, supera il limite di peso consentito, o se la sua altezza inizia a superare quella del poggiatesta.

È corretto passare da un gruppo 1 a un gruppo 2-3 quando il bambino supera il limite di peso consentito, o quando l’altezza degli occhi supera il punto più alto seggiolino.

Sul mercato esistono i cosiddetti seggiolini multi gruppo, ovvero capaci di coprire diverse fasce di peso ed età. Sono omologati per più gruppi e hanno il vantaggio di essere regolabili e di seguire la crescita del bambino.

I seggiolini auto specifici di un gruppo sono considerati ideali perché ottimizzano le performance in base al peso e all’età del bambino essendo meglio compatibili con la sua morfologia. In più i gruppi dedicati offrono comfort e praticità sicuramente maggiori, come la multifunzionalità del gruppo 0+ o lo schienale reclinabile del gruppo 1.

Innanzitutto bisogna installare il seggiolino in auto seguendo le indicazioni di fissaggio del libretto d’istruzioni, agganciando il seggiolino in direzione di marcia o contromarcia, a seconda delle indicazioni del gruppo. Prima dell’installazione è sempre meglio verificare che su quale sedile il seggiolino possa essere agganciato. In ogni caso non installare mai il seggiolino su un sedile in posizione vietata.

Non esistono limitazioni per l’installazione dei seggiolini di tipo universale di qualsiasi gruppo su qualsiasi automobile adatta ad accogliere un seggiolino di tipo universale. Se hai acquistato un seggiolino semi-universale devi verificarne la compatibilità con il modello di automobile, trovando l’elenco all’interno del libretto di istruzioni. Se hai acquistato un seggiolino con sistema Isofix universale invece, devi solo assicurarti che la tua automobile sia provvista di agganci Isofix universali.

Consulta sempre il libretto di istruzioni del veicolo per verificare le posizioni ed il tipo di seggiolini che possono essere installati.

Un seggiolino dotato di sistema Isofix è più sicuro perché si aggancia direttamente alla scocca dell’automobile senza dover utilizzare le cinture di sicurezza e minimizzando il rischio di errori di montaggio. Per maggiori informazioni consulta la sezione “Sistema Isofix” del sito Cam.

L’aggancio del top tether varia a seconda dell’automobile: consulta il tuo manuale di istruzioni per verificare se il punto di ancoraggio si trova sulla cappelliera, nel bagagliaio, o dietro al sedile. Per maggiori informazioni consulta la sezione “Sistema Isofix” del sito Cam.

Posto che il seggiolino deve essere fissato correttamente sia al veicolo sia al bambino, la zona più sicura è il sedile centrale posteriore poiché è il più protetto in caso di urto sia frontale che laterale.

Va ricordato che la struttura fisica dei bambini è molto più delicata rispetto agli adulti e dunque più esposta ai traumi. Un bambino che viaggia in auto senza seggiolino oppure su un seggiolino non omologato, non adatto o non installato correttamente, rischia gravi danni (urti violenti contro cruscotto, parabrezza o sedili anteriori) anche in caso d’incidente lieve o di brusca frenata.

Ogni seggiolino usato ha una sua storia e non si può mai sapere come è stato utilizzato fino a quel momento, se è stato sempre installato correttamente o se è stato coinvolto in un incidente. Spesso il libretto di istruzioni – importantissimo per le fasi di installazione in auto – è stato perduto, e gli accessori per il comfort del bambino non sono più disponibili (riduttori, imbottiture usurate, ecc). Addirittura può accadere che, essendo trascorsi anni dall’acquisto, il seggiolino non sia più conforme alla normativa europea vigente (ECE R44/04).

Per tutti questi motivi è vivamente consigliato acquistare sempre un seggiolino auto nuovo, omologato, adatto al bambino e compatibile con la propria auto.

È importante e vivamente consigliato sostituire sempre il seggiolino auto dopo un incidente automobilistico, anche lieve, perché anche se non si riportano danni visibili esterni, la parte interna della scocca potrebbe risultare compromessa e quindi non più sicura.

Negli incidenti stradali entrano in gioco forze enormi, dato che l’energia cinetica dei passeggeri dipende dalla massa del corpo moltiplicata per il quadrato della velocità. Basti pensare che in caso di urto a 40 km/h i 16 kg di un bambino diventano 1.000 se non trattenuti adeguatamente e un urto a soli 50 km/h equivale a una caduta dal terzo piano di un edificio.

In Italia il trasporto dei bambini in auto è regolamentato dal Codice della strada (art. 172) che prevede che i passeggeri di età inferiore ai 12 anni e di altezza inferiore ai 1,50 m siano agganciati ad un sistema di ritenuta omologato, conforme al peso e alla statura del bambino.

E dalla Normativa Europea (ECE R44/04) che prevede 5 gruppi di sistemi di ritenuta considerati idonei: gruppo 0, gruppo 0+, gruppo 1, gruppo 2, gruppo 3.

Il mancato uso dei dispositivi obbligatori di ritenuta dei bambini comporta per il conducente del veicolo una sanzione amministrativa da 80 a 323 euro e la perdita di 5 punti della patente.

Se sul veicolo è presente, senza guidare, anche uno dei genitori del bambino, la multa viene data a costui anziché al conducente del veicolo.